Le barriere a scuola non hanno giustificazione

Il “Lento Pede” di Cicciano

cicciano (451 x 600)Un’altra delle numerose Sezioni UILDM che collaborano con le scuole del proprio territorio per favorire l’inclusione sociale è quella di Cicciano, in provincia di Napoli. In questo caso l’associazione ha messo a punto un progetto intitolato Lento Pede, che da alcuni anni propone agli alunni delle scuole primarie, come accaduto ad esempio l’anno scorso con la Scuola Primaria Guadagni di Cimitile in provincia di Napoli.

Si tratta di una proposta che comprende una serie di attività che aiutano gli alunni, e attraverso di essi le famiglie, a comprendere l’unicità dell’individuo e a perseguire l’abbattimento di qualsiasi forma di barriere, non solo architettoniche ma anche culturali e psicologiche, responsabili di tutte le situazioni di emarginazione sociale. L’attiva collaborazione alla proposta associativa da parte di tutto il gruppo docente e ausiliare, l’entusiasta partecipazione degli alunni e delle loro famiglie, nonché la sentita disponibilità da parte dell’amministrazione comunale hanno permesso in questi anni il raggiungimento degli obiettivi della Sezione: avvicinare in modo ludico e attivo i piccoli cittadini al tema dell’integrazione delle persone con disabilità e incoraggiare atteggiamenti di accoglienza, tolleranza e rispetto delle diversità.

Il progetto è ideato e guidato dai ragazzi della UILDM di Cicciano e dai loro accompagnatori e amici, persone diverse per età, sesso, ruolo sociale ma tutte animate dallo stesso entusiasmo e dagli stessi obiettivi;ai docenti viene chiesta una collaborazione sulla base degli obiettivi specifici di ciascuna fase; i genitori sono invitati a partecipare alle iniziative associative e a veicolare ai loro figli il messaggio del progetto: “Siamo tutti persone diverse, ma tutte ugualmente persone”.

In particolare, il percorso si declina in alcune fasi distribuite nei mesi della frequenza scolastica. Interessante ad esempio la proposta di far crescere una piantina, di cui avere cura fino al momento in cui sarà pronta per venire piantata, e partecipare anche a questo momento. Altro momento centrale è quello del laboratorio di pittura sui temi dell’inclusione il cui obiettivo principale è quello di incoraggiare gli alunni, attraverso la propria creatività, ad esprimere le emozioni, le opinioni e le eventuali difficoltà incontrate nell’affrontare un tema tanto delicato; dar loro la possibilità di proporre, attraverso i loro lavori, soluzioni per rendere migliore il mondo in cui viviamo; nonché offrir loro uno spazio e un tempo per divertirsi esprimendosi attraverso la pittura e condividendo con gli altri un momento di gioco e di allegria.

Con tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Segreteria Nazionale UILDM

tel 049/8021001 – 757361, Fax 049/757033
direzionenazionale@uildm.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: