Le barriere a scuola non hanno giustificazione

Il Comune risponde: Sebastiano torna a scuola

sebastiano1 (450 x 600)Sebastiano da martedì prossimo torna a scuola. Ne parlavamo soltanto stamattina nel nostro blog, denunciando la storia di questo giovane alunno, 8 anni, costretto a casa perché l’ascensore rotto non gli permette di raggiungere l’aula dove i compagni fanno lezione. Poche ore, e il tamtam nella rete ha prodotto un risultato concreto arrivando fino al Comune che si affretta a contattare la scuola per proporre una soluzione nuova, non prospettata prima: poiché l’ascensore, rotto, nell’attesa che arrivi la parte elettronica da sostituire, può però funzionare manualmente se azionato da un tecnico specializzato, tutte le volte che Sebastiano vorrà andare a scuola si potrà contattare il Comune che invierà un proprio tecnico sul posto.

Assente Ingiustificato è un progetto che si propone risultati concreti attraverso l’abbattimento di barriere nelle scuole ma anche attraverso la sensibilizzazione. In questo caso, l’interessamento nei giorni scorsi della nostra Associazione e il post pubblicato stamattina e rimbalzato velocemente nella rete hanno provocato una reazione immediata e il Comune ha deciso di agire, superando ogni impedimento legato all’iter procedurale.

Secondo la telefonata ricevuta da Giuseppina, la mamma, dalla dirigente scolastica, Sebastiano potrà dunque trascorrere questi ultimi mesi primaverili in classe con i compagni due volte a settimana, come prima. E immensa è la gioia di entrambi.

A proposito di sensibilizzazione, non possiamo però esimerci da un commento: peccato sia stata necessaria la pressione di noi cittadini per giungere a una pronta soluzione del problema. Gli elementi per risolverlo c’erano già tutti. Ci troviamo quindi di fronte, ancora una volta, a una questione che è prima di tutto culturale, un approccio alla disabilità che non sempre tiene in giusta considerazione i diritti fondamentali di ogni essere umano e quello allo studio è uno di questi: “la scuola è aperta a tutti” cita l’articolo 34 della Costituzione.

Ancora più convinti, quindi, proseguiamo nella realizzazione di questo progetto targato UILDM, volto a contribuire alla costruzione di una società dove situazioni come questa si risolvano da sole. 

(Cira Solimene, direttore operativo UILDM)

Con tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Segreteria Nazionale UILDM

tel 049/8021001 – 757361, Fax 049/757033
direzionenazionale@uildm.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: