Le barriere a scuola non hanno giustificazione

I risultati dell’indagine del 2013

La I edizione di Assente Ingiustificato ha previsto come attività preliminare del progetto un’indagine in un campione di scuole italiane sulla presenza di barriere non solo architettoniche ma anche relative all’assenza di sussidi didattici, arredi adeguati, e altri elementi imprescindibili per la completa fruibilità della scuola per tutti.

L’indagine è stata condotta da UILDM in collaborazione con Cittadinanzattiva, associazione cui UILDM è stretta dal 2009 da patto federativo, da sempre esperta nel campo del monitoraggio in particolare delle scuole. Cittadinanzattiva, infatti, da oltre 10 anni già effettua annualmente la campagna Imparare Sicuri, per valutare la sicurezza nelle scuole italiane. L’anno scorso il questionario utilizzato per questo loro monitoraggio annuale ha previsto una sezione specifica dedicata alle barriere. Dopo un percorso di formazione svolto da Cittadinanzattiva stessa per i volontari UILDM che non avevano esperienza di monitoraggi così ben strutturati, sono state monitorate 165 scuole e i risultati sono stati presentati a settembre dell’anno scorso nell’ambito dell’ XI Rapporto Nazionale su sicurezza, qualità e accessibilità a scuola, che annualmente Cittadinanzattiva pubblica nell’ambito della campagna Imparare Sicuri.

Si tratta di risultati molto negativi che purtroppo confermano quanto era già emerso dal rapporto ISTAT del 2012, da cui noi eravamo partiti nella scelta del tema della nostra campagna 2013: scalini all’ingresso del 27% delle scuole, ascensore assente nel 35% degli edifici e non funzionante nell’11% di quelli che ne sono dotati; barriere architettoniche nel 19% dei laboratori, nel 18% delle palestre, nel 15% dei cortili, nel 13% delle aule. Nel 23% delle scuole non esistono bagni per disabili, e il 15% di essi presenta barriere architettoniche. Il 26% delle scuole, nella gran parte delle aule, non ha sufficiente spazio per la presenza di una carrozzina; il 44% delle aule non ha banchi adatti o adattabili per una persona in carrozzina; nel 57% dei casi, non ci sono in aula attrezzature didattiche o tecnologiche per facilitare la partecipazione alle lezioni degli studenti con disabilità.

Non ci sono tavoli o postazioni adatte ai disabili in carrozzina nel 28% dei laboratori, nel 18% delle biblioteche e nel 17% delle mense. In una scuola su 4, sarebbe un problema gestire l’evacuazione dall’edificio degli studenti con disabilità motoria in caso di emergenza, perché nel 24% non esistono percorsi sicuri e praticabili che non comportino l’uso dell’ascensore o del servoscala. Inoltre, nel 27% degli edifici monitorati, le piantine dei percorsi di evacuazione non sono visibili da persone in carrozzina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Segreteria Nazionale UILDM

tel 049/8021001 – 757361, Fax 049/757033
direzionenazionale@uildm.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: